ZOOART A.R.C.A.

zooart Saluzzo invito

Con A.R.C.A., Arte, Ricerca, Comunità, Abitare, la quindicennale piattaforma d’arte contemporanea ZOOART, nata con i percorsi artistici presso i Giardini Fresia e nel centro storico di Cuneo, rinnova la propria volontà di unire l’esperienza dell’arte alla riflessione sui modi di vivere e condividere la creazione nello spazio urbano, elementi che fanno parte da sempre del suo modo di operare e lo fa estendendo il proprio programma al territorio della provincia e in particolari alle città di Cuneo, Saluzzo e Alba.

Il progetto prevede la costruzione di un contenitore artistico itinerante tramite la collaborazione del Politecnico di Torino grazie al corso Composizione architettonica e urbana sotto il coordinamento del prof. Daniele Regis e dell'Arch. Roberto Olivero, coordinato e organizzato dall’associazione Art.ur di Cuneo. Il valore aggiunto è dato dall’esperienza portata dal collettivo di artisti e architetti di Roma di fama internazionale, gli Orizzontale, impegnati dal 2010 su progetti di sperimentazione per nuove forme di interazione tra abitanti e beni comuni urbani attraverso processi di composizione architettonica.


Dal 6 al 12 aprile in Piazza Virginio a Cuneo sono stati proprio i 30 studenti del Politecnico di Torino a costruire con gli architetti di Orizzontale e il team di Art.ur, il contenitore progettato dal collettivo romano, grazie all’allestimento di un cantiere di costruzione dell’ARCA. Un laboratorio di costruzione di un luogo dalla forma ancestrale, un padiglione per l’esposizione di opere artistiche costruito con e per la comunità, un luogo mobile e al contempo stanziale attraverso il quale l’arte si muoverà per la provincia e verrà resa accessibile a tutti, in modo pubblico e gratuito.

Dopo la sua permanenza nel capoluogo della Provincia, l'ARCA approda in Piazza Cavour a Saluzzo per l’intero mese di maggio, dove ospiterà le opere dell’artista Grazia Amendola e dove farà parte del ricco programma del format artistico attuale di start/storia e arte - Saluzzo.

Infine, nel mese di giugno l’ARCA affronterà il suo viaggio verso Alba, nel quartiere Tetti blu, dove rimarrà per tutto il mese fungendo da contenitore espositivo per le opere di Ettore Favini e da fulcro per le attività progettate sinergicamente con la vivace comunità del quartiere.

 

Scarica il comunicato stampa

 

Vai alla gallery 

Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie, continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo