piattaforma di PLAY IN

 

Gli artisti


Overtoon
Overtoon è una piattaforma artistica che opera nell’ambito della sperimentazione sonora e della produzione e diffusione di ricerche e di opere di sound art e new media, basata a Bruxelles, ma operante in ambito internazionale, data anche la provenienza internazionale degli artisti che la formano.
http://www.overtoon.org/

Tramite Overtoon, sono invitati a Saluzzo:


Stijn Demeulenaere
Sound artist radio maker, field recorder e ricercatore in ambito musicale di origini belga, Stijn Demeulenaere è sociologo di formazione. Il suo lavoro è stato presentato in mostre in Belgio e all’estero e le sue creazioni sonore, radiofoniche, performative e in collaborazione con coreografi e registi, sono state presentate in festival e in teatri internazionali.
La sua ricerca è centrata sulla fenomenologia del suono e sull’ascolto e sulla messa a punto di archivi e installazioni in cui emergono l’efficacia mnesica e evocativa del suono.
http://stijndemeulenaere.be


Katerina Undo
Artista e performer di origini greche, che vive tra Atene e Bruxelles, Katerina Undo produce principalmente opere intermediali e multimediali che esplorano le frontiere acustiche di oggetti, linguaggi e spazi. La sua ricerca è centrata sull’ “in between” di oggetti e soggetti, corpi e spazi (nell’idea di corpi in ascolto), strutture e sistemi di trasmissione del suono. Le sue opere sono state esposte in Belgio, in Francia e in Grecia nell’ambito di mostre personali e collettive.
http://www.katerina-undo.net


Oltre a Katerina Undo e Stijn Demeulenaere, durante i giorni del laboratorio verrà a Saluzzo anche Aernoudt Jacobs, uno degli artisti fondatori di Overtoon e ricercatore nel campo delle arti sonore. Aernoudt Jacobs porterà la propria esperienza di ricerca legata alle tecnologie applicate alla traduzione delle esperienze sonore e sensoriali più disparate in dispositivi udibili e condivisibili con un pubblico.
www.tmrx.org/

 

Gli invitati

 

Simone Borghi
Simone Borghi (1977) è laureato in Filosofia all'Università di Pisa ed è musicista elettronico. Ex ricercatore dell'Università di Vienna (Austria), ha concentrato i propri studi sui punti di tangenza tra il pensiero francese contemporaneo e la musica sperimentale del XX secolo. Il suo libro “La casa e il cosmo – il ritornello e la musica nel pensiero di Deleuze e Guattari” ha ispirato l’orizzonte tematico di PLAY IN.


Ozmotik
Il duo Ozmotik, basato a Torino e formato a Riccardo Giovinetto e Simone Bosco, da anni unisce musica concreta a musica strumentale, soundscapes con glitch, IDM e noise. L’interazione tra musica elettronica e arte visiva digitale in tempo reale è uno dei tratti essenziali della loro ricerca. L’intenzione di unire la materia sonora alle dimensioni visive e spaziali di un contesto, emerge in spettacoli e sperimentazioni sinestesiche.
http://www.ozmotic.it/

 

I partner

 

APM Scuola di Alto Perfezionamento Musicale
La Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo e in particolare la sezione dedicata alle Nuove Tecnologie, sono un polo d’eccellenza della formazione in ambito non solo musicale, ma interdisciplinare, grazie ai corsi attivi anche nei campi del teatro e della danza.
http://www.fondazionescuolaapm.it/


C-lab
C-lab è la piattaforma giovanile del comune di Saluzzo, nata per sostenere la cultura e l’aggregazione giovanile. Ha in attivo una serie di progetti, tra i quali una web-radio, lanciata per la prima volta nell’ambito di uno scambio transfrontaliero con Briançon.
http://www.saluzzoc-lab.it/


IGAV
L’istituto Garuzzo per le Arti Visivo, basato a Torino e attivo dal 2005 per la promozione e il sostegno dell’espressione artistica emergente italiana in ambito nazionale e internazionale, attraverso la costituzione di una collezione e l’organizzazione di mostre e progetti in Italia e all’estero, cura da anni esposizioni temporanee e allestimenti permanenti della propria collezione presso la Castiglia di Saluzzo.
http://www.igav-art.org/


Istituto Soleri Bertoni
L’Istituto d’istruzione superiore Soleri Bertoni, di Saluzzo, è nato dalla fusione tra l’Istituto d’arte Bertoni e l’Istituto socio-pedagogico e linguistico Soleri.
http://www.istitutosoleri.it/


Onyx Jazz Club di Matera
L’associazione Onyx Jazz Club di Matera ha un ruolo importante nel panorama culturale di Matera a livello di supporto della produzione musicale (produzione discografica) e di valorizzazione del patrimonio culturale locale attraverso l’organizzazione di eventi presso la tipica e suggestiva “Casa cava”, così come di progetti interdisciplinari e ambiziosi quali “Città Silente”, parte della programmazione di Matera Capitale della Cultura 2019.
www.onyxjazzclub.it


Origami
L’associazione culturale no-profit Origami, organizzatrice da anni del festival di musica elettronica Encode a Borgo San Dalmazzo (CN), è alla base di numerosi progetti legati alla musica e alle arti sonore.
http://www.associazioneorigami.it/

 

Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie, continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo