PLAY IN

PLAY IN, progetto scritto da Art.ur e dalla Città di Saluzzo, ha vinto il bando ORA! della Compagnia di San Paolo, piazzandosi tra i primi 20 su 250 progetti provenienti da tutt’Italia.

Il comitato di selezione ha infatti voluto premiare il valore sperimentale e innovativo della proposta, nonché l’ampia rete di partner locali e internazionali coinvolti.
Ma prima di tutto, che cos’è PLAY IN?
Si tratta di un progetto di ricerca nel campo delle arti sonore volto alla produzione di opere d’arte sperimentali e alla creazione partecipata di un archivio di suoni identitari di Saluzzo, città che fa della musica una delle proprie vocazioni. Attraverso un laboratorio di ricerca interdisciplinare, che assocerà artisti internazionali, sound designer, ricercatori nell’ambito delle nuove tecnologie ed esperti di design di strumenti musicali, il progetto darà voce agli spazi interstiziali di Saluzzo in quanto potenziali campi sonori all’interno del quale far incrociare sperimentazione e tradizione locale Ad una prima fase di laboratorio e di residenza artistica, che avverranno durante la Mostra Nazionale dell’Artigianato ad ottobre, seguiranno l’esposizione dell’opera prodotta e dell’archivio sonoro presso la Castiglia di Saluzzo nella primavera 2017.

Oltre al Comune di Saluzzo, sono partner del progetto la scuola di Alto Perfezionamento Musicale, l’Istituto Soleri Bertoni e il C-lab, l’IGAV di Torino, che da anni organizza mostre di arte contemporanea in Castiglia, il collettivo di artisti di Bruxelles Overtoon e l’associazione Onyx Jazz Club di Matera e l'Associazione Culturale Origami di Borgo San Dalmazzo.
In particolare il partenariato con Onyx Jazz Club farà sì che l’opera e il laboratorio siano presentati a Matera in qualità d’introduzione a “La città silente”, progetto d’arte sonora incluso nel programma di Matera città europea della cultura 2019.
PLAY IN permetterà quindi di aprire il dialogo tra le due realtà culturali. Questo a partire dalla ricerca che il progetto intende promuovere attorno all’identità sonora, che permette di congiungere tradizione e innovazione, favorendo l’apertura di un territorio al dialogo con altre culture e con l’arte sperimentale.
Il progetto è stato presentato ufficialmente alla stampa presso il Museo Egizio di Torino, durante un incontro ufficiale tra i rappresentanti dei progetti vincitori e la Compagnia di San Paolo.
Durante l’incontro, la Compagnia ha ricordato la vocazione principale di ORA!, ovvero sostenere e valorizzare la sperimentazione artistica di alto livello in un’ottica di mutuo arricchimento culturale tra l’arte e il contesto in cui è prodotta e presentata. 

comunicato stampa [pdf]

video presentazione della Compagnia di San Paolo: Bando ORA! Presentazione progetti vincitori

Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie, continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo