curatore di localart 2015

 

Ilaria Bonacossa (1973) laureata in lettere moderne, indirizzo storia dell'arte contemporanea all'Università degli studi di Milano, ha conseguito un Master in Studi Curatoriali presso Bard College a New York.

Direttore artistico del Museo Civico di arte Contemporanea Villa Croce a Genova dal 2012, ha lavorato come curatore senior alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino dal 2003-2008, dove ha curato numerose mostre collettive internazionali, tra cui  “Subcontingente, Arte dal Subcontinente Indiano” e “Greenwashing, Arte Ambiente, Pericoli, Promesse e Perplessità”. Nel 2007 è stata membro della giuria per i Leoni D'Oro alla 52° Biennale di Venezia e nel 2013, sempre alla Biennale di Venezia, ha curato il padiglione Islandese, presentando il lavoro di Katrin Sigurdardottir.

Ha pubblicato numerosi cataloghi per il Museo di Villa Croce come: Andy Warhol sul Comò (Marsilio Ed.), Tomàs Saraceno (asinello press), Cristof Yvorè (Roma Publications), Zhang Enli (a+m bookstore) e Jackie Saccoccio. Ha pubblicato per Palais de Tokyo e Le Carré d'Art, Nîmes. Per Phaidon ha pubblicato la monografia di Marlene Dumas  (2010) e con Roma publications tquella di Kees Goudswaard per la sua mostra allo Stedelijk Museum Schiedam (2011).

È membro del Comitato per le acquisizioni  del FRAC PACA di Marsiglia.

 

 

 

Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie, continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo